Il Palazzo di Giustizia della capitale d’Italia

Una tappa inusitata del giro turistico a Roma può essere il Palazzo di Giustizia nel quartiere Prati, sede della Corte Suprema di Cassazione e della Biblioteca Centrale Giuridica. Fu eretto quando Roma venne proclamata capitale d’Italia (e quando stava sorgendo il quartiere) e fu realizzato dall’architetto Guglielmo Calderini negli anni 1888-1910. Durante i lavori di scavo per le fondazioni vennero alla luce diversi reperti archeologici e l’edificio fu inaugurato il 11 gennaio 1911 alla presenza di Vittorio Emanuele III ma nel 1970 subì lavori di restauro a causa dell’instabilità dovuta al terreno alluvionale su cui venne costruito. Le dimensioni inusitate, le decorazioni eccessive e la funzione dell’edificio furono all’origine del soprannome popolare Palazzaccio. L’edificio, ispirato all’architettura tardorinascimentale e barocca, è completamente rivestito di travertino ed è sormontato da una grande Quadriga in bronzo. Dieci grandi statue di giureconsulti ornano le rampe di accesso che precedono la facciata principale e il cortile interno; all’interno, la Sala della Corte di Cassazione, conosciuta anche con il nome di Aula Magna, è ornata da diversi affreschi.

Advertisements

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: