Posts Tagged ‘albergo centrale roma’

La musica di Wagner al Teatro dell’Opera di Roma

aprile 29, 2013

RienziPer celebrare il 200esimo anniversario della nascita di Richard Wagner, il Teatro dell’Opera di Roma mette in scena il 9 maggio 2013 “Rienzi, l’ultimo dei tribuni”, opera raramente rappresentata in Italia (è da 30 che non si vede nel nostro Paese), che il musicista compose in giovane età, tra il 1837 e il 1840. L’opera tragica in cinque atti, con libretto di Richard Wagner dal romanzo di Edward Bulwer Lytton, racconta la vicenda storica di Cola di Rienzo, il notaio romano del Trecento che negli anni centrali del secolo tentò di restaurare in città la Repubblica sul modello dell’antica Roma. L’opera che si rivelò un trionfo per il giovane musicista si potrà godere per 4 sere (dalle ore 19) al teatro dell’Opera di Roma in via Beniamino Gigli 7, in lingua originale con sovratitoli in italiano. PER INFORMAZIONI.

To celebrate the 200th anniversary of the birth of Richard Wagner, the Teatro dell’Opera di Roma producess on May, 9 2013 “Rienzi, the Last of the Tribunes”, a work rarely performed in Italy (missing for 30 years in our country), which the composer wrote at a young age, between 1837 and 1840. The tragic opera in five acts, with a libretto by Richard Wagner on the novel by Edward Bulwer Lytton, tells the historical life of Cola di Rienzo, the notary Roman of the Fourteenth century that in the middle years of the century tried to restore in the city the Republic on the model of  ancient Rome. You can enjoy the work that turned out to be a triumph for the young musician for 4 nights (at 7 pm) at the the Teatro dell’Opera di Roma in Via Beniamino Gigli 7, in the original language with Italian subtitles. FOR INFORMATION.

Annunci

21 aprile: Natale di Roma, per festeggiare la fondazione della città

aprile 16, 2013

Natale di Roma 2013Roma, secondo la leggenda, fu fondata da Romolo il 21 aprile del 753 A.C. (il calendario romano era infatti fondato su questa data, “ab urbe condita”);  per festeggiare il 2.766esimo compleanno, anche quest’anno il Gruppo Storico Romano ha organizzato numerosi eventi per il Natale di Roma che si svolgerà sabato 20 e domenica 21 aprile 2013. In una mescolanza tra sacro e profano, vi saranno rappresentazioni in costume, eventi popolari e manifestazioni ludiche. Saranno presenti 2.000 rievocatori appartenenti a 53 associazioni provenienti da 11 Paesi europei che daranno vita al più grande evento di rievocazione storica in Europa. Con il programma degli eventi si partirà il 20 aprile alle 15 con il “Commissio Ferarvm”, l’accensione di tre bracieri davanti alla dea Roma in Campidoglio, mentre l’evento principale  sarà “Le stelle di Roma” che si terrà il 21 aprile alle 20.30, in via dei Fori Imperiali. Sul palco saranno presenti numerosi artisti e per l’occasione i musei civici saranno aperti ai visitatori con ingresso gratuito. Anche la giornata di domenica  21 aprile sarà ricca di eventi: al Circo Massimo alle 11.30 ci sarà la partenza del Corteo Storico (percorso: Circo Massimo, Via del Teatro di Marcello, Piazza Venezia, Via dei Fori Imperiali, Colosseo, Circo Massimo) e dalle 15 alle 18.30 avverrà l’esibizione dei gruppi di rievocazione storica. Alle 23, sempre nel giorno del compleanno della città eterna, i fuochi d’artificio e le proiezioni di luci e colori ai mercati di Traiano concluderanno la serata. CONSULTA IL PROGRAMMA COMPLETO DEGLI EVENTI.

Rome, according to legend, was founded by Romulus on 21 April 753 BC (the Roman calendar was in fact founded on this date, “ab urbe condita”); to celebrate her 2.766th birthday, this year the Gruppo Storico Romano has organized several events for the ‘Christmas of Rome’, which will take place on Saturday 20 and Sunday 21 April 2013. In a mixture of sacred and profane, there will be in costume representations, popular and recreational events. 2.000 re-enactors from 53 Associations and from 11 European countries will create the largest event of historical reenactment in Europe. The program of events will start on April 20 at 3 pm with the “Commissio Ferarvm”, the lighting of three braziers in front of the goddess Roma in the Capitol, while the main event will be “The stars of Rome” that will be held on April 21 at 8.30 pm, in via dei Fori Imperiali. On stage there will be many artists and, for the occasion, civic museums will be open to visitors with free admission. Even the day of Sunday, April 21, will be full of events: in the Circus Maximus at 11.30 am there will be the departure of the Corteo Storico (path: Circus Maximus, Via del Teatro di Marcello, Piazza Venezia, Via dei Fori Imperiali, the Colosseum, Circus Maximus) and from 3 to 6.30 pm thereb will be the exhibition of historical re-enactment groups. At 11 pm, still on the birthday of the eternal city, the fireworks and projections of light and color to the markets of Trajan will conclude the evening. READ THE FULL PROGRAMME OF EVENTS.

Roma = amore e romanticismo

marzo 21, 2013

Roma amoreLa parola Roma, letta al contrario, risulta Amor… La città capitolina è infatti famosa nel mondo per essere un luogo romantico. Non è l’unica città italiana legata all’amore; Verona e Venezia, ad esempio, sono altri due luoghi ideali in cui le coppie possono celebrare la propria unione. Verona è la città in cui si svolge il dramma dei due innamorati per antonomasia, Romeo e Giulietta; Venezia, per la bellezza dell’architettura e il fatto che sia costruita sull’acqua, è l’emblema del romantico. Una città europea simbolo dell’amore è inoltre Parigi, anch’essa per la bellezza dei suoi palazzi e per quell’atmosfera sentimentale che vi si respira… Se si vuole insomma celebrare la propria passione, consigliamo questo tour di 4 città, a partire da Roma.

The word Rome, read to the contrary, makes the word Love… The Capitoline city is in fact famous for being a romantic place. It is however not the only Italian city linked to love; Verona and Venice, for example, are two great places in which couples can celebrate their union. Verona is the city where the drama of the two lovers par excellence, Romeo and Juliet, takes place; Venice is the emblem of romantic for the beauty of its architecture and the fact that it is built on water. A European city is also a symbol of love: it is Paris, for the beauty of its palaces and the romantic atmosphere that you can there breathe… If you want to celebrate your passion, we recommend a tour of these four cities, starting from Rome.

Cosa vuol dire essere al centro di Roma

marzo 18, 2013

Centro RomaL’Hotel Centrale di via Laurina 34 a Roma si trova in pieno centro, a circa 200 metri da Piazza di Spagna, via Condotti e Piazza del Popolo. E’ uno dei pochi hotel situato in zona centralissima a costi favorevoli; pernottando qui, in pochi minuti si possono raggiungere a piedi le mete turistiche più interessanti di Roma, da quelle storiche e artistiche alle vie dello shopping. Grazie a questa posizione, è vicino al fulcro del fascino di Roma, la città della Dolce Vita, di Federico Fellini, di Alberto Sordi, di Vacanze Romane…. E’ la città dell’amore e del romanticismo per eccellenza e l’ideale per una vacanza romana nel senso più autentico del termine, per fare a Roma del turismo di qualità, unico al mondo.

The Centrale Hotel in Rome,  Via Laurina 34, is located in the centre of the city, only 200 meters from the Piazza di Spagna (Spanish Steps), Via Condotti (Shopping) and Piazza del Popolo. The Centrale Hotel is one of the few accommodations in central Rome that offers advantageous room rates; in just a few minutes you can reach the most interesting historical and artistic tourist destinations as well as Rome’s famous shopping district. Thanks to this position, it is close to the heart of the charm of Rome, the city of La Dolce Vita, Federico Fellini, Alberto Sordi, Roman Holiday…. It is the city of love and romance for excellence and it is ideal for a Roman holiday in the truest sense of the word; you can do in Rome tourism of quality, unique in the world.

Jorge Mario Bergoglio, con il nome di Papa Francesco, è il nuovo eletto al soglio Pontificio

marzo 14, 2013

Il nuovo Papa Jorge Mario Bergoglio con il nome di Francesco IAlla quinta fumata, verso le 19 del 13 marzo 2013, il conclave, davanti ad una folla gremita in Piazza san Pietro, ha scelto il nuovo Papa: è l’argentino Jorge Mario Bergoglio. Il Pontefice appena eletto vanta molti primati: è il primo a scegliere il nome Francesco, il primo Papa sudamericano e il primo gesuita. 76 anni, Arcivescovo di Buenos Aires, fu nominato cardinale nel 2001 da Giovanni Paolo II e già nel 2005 aveva sfiorato l’elezione (ebbe il maggior numero di voti ma sembra che chiese di non essere eletto e il conclave gli preferì Ratzinger). E’ di lontana origine italiana (piemontese) e ha fama di riformatore, di persona umile e schiva e attenta ai poveri; “fratelli e sorelle, buonasera” ha esordito appena si è affacciato dal loggione centrale di San Pietro, sottolineando di essere un Papa proveniente “quasi dalla fine del mondo”. Papa Francesco ha poi pronunciato il Padre nostro per il “vescovo emerito Benedetto XVI” e si è rivolto ai fedeli chiedendo sostegno.

With the fifth smoked, at about 7 pm of March 13, 2013, the conclave, in front of a packed crowd in St. Peter’s Square, has chosen the new Pope: he is Jorge Mario Bergoglio from Argentina. The newly elected Pope boasts many firsts: he is the first to choose the name Francesco, the first Pope from South America and the first Jesuit. 76 years, Archbishop of Buenos Aires, was appointed cardinal in 2001 by Pope John Paul II and in 2005 had touched the election (he had the most votes but it seems that asked not to be elected and the conclave chose Ratzinger). He has distant Italian ancestry (Piedmont) and has a reputation as a reformer, humble and shy person and attentive to the poor; “brothers and sisters, good evening” he began as soon as it approached from the central loggia of St. Peter, emphasizing that he is Pope “nearly from the end of the world”. Francis Pope then pronounced the Our Father for the “Bishop Emeritus Benedict XVI” and addressed to the faithful asking for support.

Il colonnato di piazza San Pietro

marzo 11, 2013

Colonnato piazza San PietroProgettata da Gian Lorenzo Bernini tra il 1656 ed il 1667, Piazza di San Pietro è considerata uno dei capolavori dell’architettura scenografica barocca. Il colonnato, commissionato nel 1657 da papa Alessandro VII, consta di 284 colonne in stile dorico e 88 pilastri disposti su 4 file ed è coronato da 140 statue di santi. Il colonnato circonda la piazza e ne traccia la forma divisa in due corpi distinti: il primo a pianta trapezoidale, che accompagna idealmente la vista dello spettatore verso il sagrato e l’entrata della basilica; il secondo assume invece l’aspetto maestoso di due emicicli di forma ellittica, quasi a simboleggiare le braccia materne della Chiesa protese ad accogliere il suo popolo. La struttura ellittica della piazza consentì al Bernini di creare quegli effetti ottici ricchi di movimento e di sorpresa così cari alla cultura barocca. Camminando a fianco del colonnato si ha infatti l’impressione che questo sia in movimento; vi è poi un punto, indicato da una pietra circolare sulla piazza, il fuoco dell’ellisse, non lontano dall’obelisco, in cui il colonnato appare costruito non da quattro ma da una sola fila di colonne. Una leggenda narra che, qualche secolo fa, un pellegrino tedesco incise la sua firma su una delle 284 colonne; chi riesce a trovarla, dopo avervi passato sopra la mano, deve andare a giocare al Lotto la propria data di nascita (prima l’anno suddiviso in 2 o 3 numeri, dopo il giorno e il mese). Tentar non nuoce…

Designed by Gian Lorenzo Bernini between 1656 and 1667, St. Peter’s Square is considered one of the masterpieces of dramatic baroque. The colonnade, which was commissioned in 1657 by Pope Alexander VII, consists of 284 Doric columns and 88 pillars arranged in 4 rows and is topped by 140 statues of saints. The colonnade surrounds the square and traces the shape into two distinct parts: the first trapezoidal, which ideally accompanies the view of the spectator to the courtyard and the entrance to the basilica; the second assumes instead the majestic appearance of two semicircles elliptical, as if to symbolize the maternal arms of the Church reached out to welcome his people. The elliptical structure of the square allowed Bernini to create those rich visual effects of movement and surprise so dear to the Baroque culture. Walking alongside the colonnade, one gets the impression that this is in motion and there is a point, marked by a circular stone on the square, the focus of the ellipse, not far from the obelisk, where the colonnade is built not by four but only by  one row of columns. A legend has it that a few centuries ago, a German pilgrim engraved his signature on one of the 284 columns; who can find it, after having passed over his hand, should go and play the lottery his date of birth (first the year, divided into 2 or 3 numbers, after the day and the month). Attempt does not harm…

Tutti di corsa per la città con la Maratona di Roma!

marzo 6, 2013

Maratona di Roma-9 giorni alla Maratona di Roma, la gara podistica dal percorso di 42,195 km giunta alla 19esima edizione. Si svolgerà infatti domenica 17 marzo alle ore 9, con partenza e arrivo in Via dei Fori Imperiali. Quest’anno, in caso di intronizzazione del nuovo Santo Padre, verrà spostata alle ore 16. Accanto alla gara per gli atleti vi sarà, come sempre,“La Stracittadina”, la prova non competitiva di 4,7 km aperta a tutti che comincerà subito dopo la partenza della Maratona. La Stracittadina è una passeggiata nel centro storico, completamente chiuso al traffico per tutta la durata dell’evento, in cui ciascuno può sentirsi protagonista insieme con la famiglia, gli amici o il proprio cane, a piedi o sui pattini. Accanto alla Maratona di Roma “Una città in Festa”, il festival di eventi musicali e artistici che fa di Roma un palco lungo 42 chilometri. Grandi bande istituzionali, percussionisti, artisti di strada, dj set, rock band, musicisti folk da tutto il mondo, in un abbraccio tra i continenti, una fusione di sport, cultura ed intrattenimento. Un megaparty per runner, spettatori, turisti e curiosi, con oltre 50 eventi. Per maggiori informazioni guarda il SITO DELLA MARATONA DI ROMA.

-9 days to the Rome Marathon, the footrace of 42,195 km that has reached the 19th edition. It will take place Sunday, March 17 at 9 am, with departure and arrival in Via dei Fori Imperiali. This year, in the case of enthronement of the new Pope, it will move at 4 pm. In addition to the competition for the athletes there will be, as always, “The Stracittadina”, the non-competitive 4,7 km open to everybody that will begin immediately after the start of the Marathon. The Stracittadina is a walk in the historic center, which will be completely closed to traffic for all the duration of the event, where everyone can feel like the protagonist together with family, friends or dog, on foot or on skates. Next to the Rome Marathon there will be “A festive city”, the festival of music and art events that makes Rome a stage long 42 km. Large institutional bands, drummers, street artists, DJ sets, rock band, folk musicians from all around the world, in an embrace between continents, a fusion of sport, culture and entertainment. A megaparty for runners, spectators, tourists and curious, with over 50 events. For more information see the SITE OF ROME MARATHON.

Il rosso Tiziano tinteggia la Capitale

marzo 1, 2013

Tiziano quadroTiziano è il protagonista della nuova mostra alle Scuderie del Quirinale di Roma (Via Nazionale, 194). Dal 5 marzo al 16 giugno 2013 sarà visibile infatti la mostra dedicata all’artista veneziano, alla sua città e al ruolo cardine della pittura della Serenissima nel rinnovamento della cultura italiana ed europea (saranno esposte anche con opere di Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Lorenzo Lotto e Tintoretto). I quadri di Tiziano Veciello (Pieve di Cadore 1485 circa – Venezia 1576) rappresentano non soltanto la sua fondamentale dimensione di pittore religioso ma anche la complessa attività di ritrattista della nobiltà del tempo. Visitando la mostra sarà infatti possibile ripercorrere i tratti salienti dell’inarrestabile ascesa del grande artista italiano del Cinquecento: dagli esordi veneziani in seno alle botteghe di Giovanni Bellini e Giorgione all’autonomia acquisita con le grandi tele per i dogi, gli Este e i Della Rovere fino ad arrivare alle committenze imperiali di Carlo V e poi del figlio Filippo II. Decennio per decennio, l’intera carriera di Tiziano sarà rappresentata al massimo livello sottolineando il magistrale senso del colore e l’evoluzione di una pennellata capace di travalicare i limiti dell’immaginario pittorico. E’ una mostra ideata – grazie al sostegno e ai prestiti delle massime istituzioni museali italiane e straniere – per far comprendere al grande pubblico l’eccezionalità di Tiziano, la sua novità d’impostazione e la sue eccezionale grammatica compositiva.

Titian is the star of the new exhibition at the Quirinal Stables in Rome (Via Nazionale, 194). From 5 March to 16 June 2013 there will be the exhibition dedicated to the Venetian painter, to his city and to the pivotal role of the painting of the Venetian Republic in the renewal of Italian and European culture (there will also be works by Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Lorenzo Lotto and Tintoretto). The paintings of Titian Veciello (Pieve di Cadore about 1485 – Venice 1576) represent not only its fundamental dimension of religious painter but also the complex as a portrait painter of the nobility of the time. Visiting the exhibition it will be possible to trace the salient features of the unstoppable rise of the great Italian artist of the Sixteenth century, from the beginning within the workshops of Giovanni Bellini and Giorgione to the autonomy gained from large canvases to the doges, the Este and the Della Rovere, up to the Imperial patronage of Charles V and then of his son Philip II. Decade by decade, the career of Titian will be represented at the highest level by emphasizing the masterful sense of color and the evolution of a brushstroke able to go beyond the limits of the imaginary painting. It is an exhibition created – thanks to the support and loans of the greatest Italian and foreign museums – to bring home to the public the exceptional nature of Titian, his new setting and its exceptional compositional grammar.

L’elezione del nuovo Papa

febbraio 21, 2013

Elezione PapaTra pochi giorni, il 28 febbraio 2013, Roma sarà al centro dell’attenzione del mondo  perché Papa Benedetto XVI (Georg Ratzinger) lascerà la sede pontificia come da sue dimissioni e vi sarà una nuova elezione papale. Essa viene decisa dai cardinali riuniti in conclave non prima di quindici giorni e non oltre i venti dall’inizio della sede apostolica vacante. ‘Extra omnes (fuori tutti)’ è la frase con cui il maestro delle celebrazioni liturgiche dà il via al conclave. A differenza di quanto accadeva dal Medioevo, i porporati non sono chiusi a chiave, ma non possono comunicare con l’esterno. Come da tradizione, le votazioni avvengono in forma segreta nella Cappella Sistina: un voto il primo giorno, quattro (due la mattina e due la sera) dal secondo in poi; la decisione  si prende con il voto dei due terzi dei presenti. Benedetto XVI ha infatti stabilito nel 2007 che la maggioranza necessaria all’elezione del Papa sia di due terzi dei votanti per tutti gli scrutini e che, a partire dal tredicesimo giorno di conclave, si debba procedere al ballottaggio, sempre mantenendo la maggioranza dei due terzi, tra i due cardinali più votati nell’ultimo scrutinio, che perdono il proprio diritto di voto. L’esito delle votazioni è segnalato ai fedeli all’esterno con una fumata, nera se negativo, bianca se positivo. Una volta scelto il nuovo Papa, ad esso viene rivolta la fatidica domanda: ‘Accetta la sua elezione a Sommo Pontefice?’ e segue la scelta del nome, che chiude finalmente il conclave. Appena eletto, il Papa è condotto nella Camera Lachrimatoria, dove indossa uno dei tre abiti bianchi di taglia diversa, appositamente predisposti. A quel punto, il cardinale portadiacono dà l’annuncio ai fedeli riuniti in piazza San Pietro: “Habemus Papam”. Alla presentazione del nuovo Pontefice segue, solitamente dopo pochi giorni, la solenne cerimonia di incoronazione papale nella basilica di San Pietro in Vaticano, che avvia il complesso delle cerimonie di insediamento.

In a few days, February 28, 2013, Rome will be in the world  spot light because Pope Benedict XVI (Georg Ratzinger) will leave the papacy as his resignation and there will be a new papal election. It is decided by the cardinals in conclave no less than fifteen days and not later than twenty days beginning from the vacation of the Apostolic Seat. ‘Extra omnes (all out)’ is the phrase with which the master of liturgical celebrations starts the conclave. Unlike what happened in the Middle Ages, the cardinals are not locked, but can not communicate with the outside world. As usual, voting takes place in secret form in the Sistina Chapel: a vote on the first day, four (two in the morning and two in the evening) from the second onwards; the decision is taken by the vote of two thirds of those present. Benedict XVI pointed out in 2007 that the majority required for the election of the Pope is two thirds of the voters for all polls and, starting from the thirteenth day of the conclave, cardinals should proceed to the ballot, maintaining the two-thirds majority, between the two cardinals most rated in the last election, who lose their right to vote. The outcome of the vote is reported to the faithful outside with a smoke, black if it is negative, white if positive. Once chosen the new Pope, he is facing the question: ‘Do you accept your election as Supreme Pontiff?’; then there is the choice of name that finally closes the conclave. After his election, the Pope is carried in the Camera Lachrimatoria, where he wears one of the three white clothes of different sizes, specially crafted. At that point, the Cardinal portadiacono gives the news to the faithful gathered in St. Peter’s Square: “Habemus Papam”. The presentation of the new Pope follows, usually after a few days, the solemn papal coronation ceremony in St. Peter’s Basilica in the Vatican, which starts the whole complex of the induction ceremonies.

Grande successo del Carnevale a Roma

febbraio 15, 2013

Carnevale Piazza del PopoloIl Carnevale romano ha avuto un grande successo: ecco un’immagine della manifestazione e della folla in Piazza del Popolo, a pochi metri dall’Hotel Centrale. Per vedere tutte le foto del Carnevale romano CLICCA QUI.

The Roman Carnival was a great success; here there is a picture of the event and the crowd in Piazza del Popolo, a few meters from the Centrale Hotel. To see all the pictures of the Roman Carnival CLICK HERE.