Posts Tagged ‘estate roma’

La prima colazione dell’Hotel Centrale Roma

luglio 11, 2013

Colazione Hotel CentraleAlbergo tre stelle di categoria Superior, l’Hotel Centrale Roma, a pochi metri da Piazza di Spagna, via Condotti e Piazza del Popolo, comprende nel prezzo del pernottamento la prima colazione continentale, ricca e abbondante. Ecco alcuni commenti recenti su TripAdvisor riguardanti questo servizio dell’Hotel Centrale Roma: Sabrina M di Perugia: “la colazione ottima” (recensito il 16 giugno 2013); Mar23 di Pa: “la prima colazione ricca e di qualità” (recensito il 31 maggio 2013);  Mingus74 di Ferrara: “colazione varia ed abbondante” (recensito il 15 marzo 2013).

Hotel three-star Superior, Hotel Centrale Rome, a few meters from the Spanish Steps, via Condotti and piazza del Popolo, includes in the price of accommodation a continental breakfast, rich and hearty. Here some recent comments on TripAdvisor regarding this service at Hotel Centrale Rome: Sabrina M from Perugia: “great breakfast” (reviewed June 16, 2013); Mar23 from Pa, “the breakfast is rich and quality” (reviewed on 31 May, 2013); Mingus74 from Ferrara: “varied and rich breakfast” (reviewed March 15, 2013).

Vermeer e i pittori olandesi suoi contemporanei in mostra per la prima volta a Roma

settembre 24, 2012

Tra 3 giorni, il 27 settembre (e durerà fino al 20 gennaio 2013), aprirà la mostra “Vermeer. Il secolo d’oro dell’arte olandese” alle Scuderie del Quirinale di Roma, Via XXIV Maggio 16. Sarà un’occasione unica e imperdibile per vedere le opere del massimo esponente della pittura olandese del XVII secolo, rarissime e distribuite nei musei di tutto il mondo ma non nelle collezioni italiane. La mostra include, infatti, una selezione delle opere di Johannes Vermeer e all’incirca cinquanta opere degli artisti olandesi suoi contemporanei, in modo da approfondire in che modo il misterioso (si sa pochissimo della sua biografia) pittore di Delft si sia rapportato con gli altri artisti attivi nella sua città natale e nei vicini centri di grande fermento culturale. Il carattere specifico dei quadri di Vermeer e dei suoi contemporanei riflette la cultura medio-borghese dell’Olanda del XVII secolo; soggetti casalinghi e forte senso di realismo caratterizzano il loro stile, incentrato sui temi del privato. La famiglia, i gesti e i momenti della vita quotidiana, la lettura e la scrittura (soprattutto la corrispondenza privata), il corteggiamento, la musica e lo studio della scienza, le vedute della città, gli squarci di un mondo silente e operoso, luminosi di ironia e di assorta tenerezza, rappresentano in particolare i temi vermeeriani. Una grande occasione di turismo culturale a Roma per poter comprendere e conoscere la pittura olandese e questo indiscusso maestro. PER SAPERNE DI PIU’.

Shopping e fashion a Roma nel mese di settembre

settembre 10, 2012

Questo mese a Roma è dedicato alla moda: le vetrine dei negozi espongono innanzitutto le collezioni autunno inverno 2012-2013; è d’obbligo perciò un giro nelle più celebri vie dello shopping, da quelle di lusso attorno a Piazza di Spagna, cioè Via Condotti, Via Borgognona e  Via Frattina, a quelle più a portata di tasche come Via dei Giubbonari vicino a Campo dei Fiori. Interessanti e ricchi di svariate proposte sono anche i negozi di abbigliamento nei quartieri Prati/San Pietro (Via Cola di Rienzo, Via Ottaviano) e a San Giovanni (Via Appia Nuova). Il 13 settembre, poi, per il secondo anno, Roma ospiterà la “Vogue Fashion’s Night Out 2012”, la manifestazione organizzata dall’assessorato alle Attività Produttive di Roma Capitale e Vogue Italia. Circa 400 negozi aderiscono all’iniziativa e resteranno aperti fino alle 23.30; la città sarà inoltre costellata di eventi e iniziative come allestimenti ad hoc nei punti vendita, cocktail party e concerti nelle più belle piazze di Roma che proseguiranno fino a tarda notte.
Tra gli eventi non poteva mancare AltaRoma, la società consortile composta da Regione Lazio, Provincia di Roma, Roma Capitale e Camera di Commercio, che da sempre promuove il made in Italy e tutela i valori artigianali dell’alta sartoria capitolina coniugandola con ricerca e avanguardia attraverso il sostegno e la promozione dei giovani stilisti emergenti. AltaRoma sarà protagonista di uno show tra tradizione e sperimentazione in uno dei luoghi simbolo della Capitale che per il momento è però ancora  top secret…

La Festa della Birra di Roma

settembre 6, 2012

Non solo Monaco si celebra la nota bevanda al luppolo: a Roma, da oggi al 20 settembre, all’Ippodrono delle Capannelle (Via Appia Nuova 1245) si celebrerà la Beer Fest 2012, che proseguirà poi dal 27 settembre con la terza edizione dell’Oktober Fest di Roma. Ad arricchire questa manifestazione, a parte la bionda schiuma sorseggiata in allegria, saranno presenti stand di gastronomia e artigianato, un’area ludica per bambini e numerosi spettacoli. Nella grande tenda di 1.800 mq, sarà infatti allestito, oltre ai tavoli e ai banchi per la birra, un palcoscenico che vedrà esibirsi artisti e nomi noti del panorama nazionale con musica dal vivo; ci sarà anche un’esposizione di Limousine e Harley Davidson. Ingresso libero tutte le sere dalle 19; ogni consumazione ha un costo inferiore ai 10 euro.

Ostia, il mare di Roma

agosto 1, 2012

Roma, oltre che una città di turismo culturale, può anche essere considerata una città di mare: il Lido di Ostia è infatti un quartiere della città. La nascita di Ostia come meta marina risale agli anni Trenta, mentre negli anni Quaranta si cominciò la costruzione della strada che ancora oggi porta qui, via Cristoforo Colombo (che infatti collega Roma al mare). Negli anni Sessanta Ostia comincia ad ingrandirsi e a diventare una vera e propria meta di vacanza, anche se il primo stabilimento balneare risale al 1905. Negli anni Duemila è avvenuta un’importante riqualificazione di Ostia, che l’ha trasformata in una località turistica di tutto rispetto. E’ stato creato “il porto di Roma”, un approdo turistico per imbarcazioni di privati e sono state pulite spiagge e pinete. Il tratto di costa è lungo circa 6 chilometri e vi si susseguono spiagge libere attrezzate e spiagge gestite da stabilimenti balneari. E’ comune distinguere tra Ostia Levante e Ostia Ponente prendendo come punto di riferimento il pontile di Largo dei Ravennati. L’acqua del mare è pulita, le spiagge sono formate da sabbia fine e ferrosa, una vasta pineta si estende in parallelo al litorale: il luogo ideale per fare un tuffo a pochi chilometri dal centro di Roma o per dedicarsi agli sport marittimi o da spiaggia.

Ultimi saldi in via del Corso

luglio 27, 2012

Una delle vie principali di Roma per lo shopping è via del Corso: lunga circa a un chilometro e mezzo, collega Piazza Venezia e Piazza del Popolo. E’ sempre affollatissima da gente di tutte le età per la posizione centrale e l’abbondanza di negozi; orde di ragazzini passano i sabati pomeriggio a fare le vasche in questa strada… Lungo il Corso si trovano un gran numero di palazzi gentilizi e chiese, ma è lo shopping l’attività principale della via; negozi di tendenza con prezzi accessibili, soprattutto di abbigliamento e femminili, costellano i lati della strada. A fine luglio si può approfittare degli ultimi giorni di saldi (cominciati il 7 del mese) e sicuramente si potranno fare ottimi affari (taglie permettendo). Una curiosità: la numerazione di via del Corso non è quella comune per cui i numeri dispari sono su un lato della strada e i pari sull’altro, ma si susseguono in modo da percorrere la strada prima in un senso e poi nell’altro. La numerazione parte da piazza del Popolo verso piazza Venezia:  gli esercizi sul lato sinistro hanno numerazione dall’ 1 al 293, mentre da piazza Venezia partono sul lato destro dal numero 309 al 532.

Spettacoli stellari al Planetario di Roma con Astrosummer 2012

luglio 19, 2012

Si accendono le stelle dell’estate al Planetario e Museo Astronomico di Roma (Piazza G. Agnelli, 10) per il quinto anno consecutivo: è iniziata il 30 giugno e terminerà il primo settembre la rassegna Astrosummer 2012, che propone numerosi spettacoli in orario serale. Tutti i giorni (escluso il lunedì) alle 21 e alle 22.30 (e nel weekend anche alle 17 e alle 18) il Planetario propone spettacoli che faranno sognare viaggiando nello spazio. Oltre all’apprezzato repertorio di oltre 60 show astronomici, gli astronomi del Planetario proporranno quest’anno nuove produzioni e ospiti del mondo della scienza e della cultura, secondo un calendario organizzato in ben 48 differenti serate tematiche: ogni sera vedrà protagonista un diverso corpo celeste o fenomeno cosmico, per raccontare l’universo a 360 gradi. Le novità di quest’anno sono raggruppate in 3 tipi di spettacolo: “Astrotalks”, conversazioni e racconti intorno al cielo; “Astrokids”, le attività astronomiche per bambini; “Astromusic”, concerti sotto le stelle e “Astrovision”, serate con osservazioni reali e virtuali del cielo stellato. La serata di chiusura, l’1 settembre, si intitolerà “Dal Big Bang alla civiltà in sei immagini” e sarà un incontro-dialogo tra il cosmologo Amedeo Balbi e lo scrittore Antonio Pascale. PER SAPERNE DI PIU’.

La Bocca della Verità, un luogo simbolo di Roma che attira folle di curiosi

luglio 11, 2012

Uno dei più celebri e curiosi luoghi turistici di Roma è la Bocca della Verità, citata in tutte le guide turistiche e frequentemente riprodotta in disegni e stampe. E’ un antico mascherone in marmo, murato nella parete del pronao della chiesa paleocristiana di Santa Maria in Cosmedin di Roma, edificata nel VI secolo sull’ara massima di Ercole. Fu qui collocato dal 1632 ed è conosciuto in tutto il mondo per la leggenda alla quale è associato, per cui i bugiardi che vi introducono la mano resterebbero monchi. Il volto maschile barbato (di 1 metro e 75 di diametro) con occhi, naso e bocca forati e cavi,  rappresenta una divinità fluviale con la bocca spalancata ma è stata interpretato nel tempo come raffigurazione di vari soggetti come Giove Ammone, il dio Oceano, un oracolo o un fauno. La leggenda a cui è legata la Bocca della Verità pare che sia venuta meno dopo il comportamento astuto di una donna, la moglie di un patrizio romano, che, accusata di adulterio, fu sottoposta alla fatidica prova dal marito, che superò sebbene fosse colpevole. Nonostante la smentita della sua funzione, questo monumento di Roma serba intatto il suo fascino sinistro e attira ancora oggi folle di turisti che temono di introdurre la mano nella bocca per paura di non ritrovarsela più!

Luglio suona bene a Roma… All’Auditorium Parco della Musica!

luglio 3, 2012

Ancora per un mese (è iniziata il 25 giugno e terminerà il 2 agosto) si potranno gustare i concerti della manifestazione “Luglio suona bene” all’Auditorium Parco della Musica di Roma. La manifestazione estiva di concerti sotto le stelle organizzata dalla Fondazione Musica per Roma, giunta alla decima edizione, presenta una selezione di grandi star internazionali e di nuove proposte originali. Nel corso delle prime nove edizioni la rassegna ha già ospitato più di 1.000 artisti, avvicendatisi nel corso di 270 serate e applauditi da circa mezzo milione di spettatori. Quest’anno la Cavea, lo spiazzo architettonico dell’Auditorium disegnato da Renzo Piano, una vera e propria piazza contemporanea di Roma intitolata al compositore Luciano Berio, ospiterà un cartellone senza precedenti per festeggiare i dieci anni del Parco della Musica e il decennale della rassegna. Tante proposte musicali e spettacolari si avvicenderanno su uno dei più grandi palcoscenici a cielo aperto, ormai divenuto un sito centrale nella vita culturale dei romani e una delle mete turistiche più frequentate della capitale. Un ricco parterre di star internazionali del rock, del jazz, del pop, della world music e della canzone d’autore intratterranno gli spettatori; si esibiranno, tra gli altri, Giorgia, Joan Baez, Tony Bennett, Patti Smith, Alanis Morissette, James Morrison, Pat Metheny Unity Band, Vinicio Capossela, Buenavista Social Club feat. Omara Portuondo, Fiorella Mannoia e Alex Britti/Stefano di Battista Sextet.  Per il programma completo: http://www.auditorium.com/.

I combattimenti tra gladiatori nel Colosseo

giugno 27, 2012

Nell’Anfiteatro Flavio, universalmente conosciuto come il Colosseo, nel pomeriggio si svolgevano i combattimenti di gladiatori. Questi erano particolari lottatori dell’antica Roma che derivavano il proprio nome dal gladio, una piccola spada corta usata spesso nei combattimenti. I gladiatori romani erano per la maggior parte prigionieri di guerra, schiavi o condannati a morte; agli spettacoli, tuttavia, partecipavano anche uomini liberi attratti dalle ricompense e dalla gloria. Le sfide tra gladiatori iniziavano con una parata dove i gladiatori entravano in scena su carri o a piedi seguiti da un gruppo di suonatori; giunti sotto la tribuna dell’imperatore, lo salutavano con le parole “Ave Cesare, morituri te salutant” (“Ave o Cesare, coloro che si apprestano a morire ti salutano”), poi si dirigevano verso l’organizzatore dei giochi il quale esaminava le armi che erano diverse in base alla categoria del lottatore. A volte gli attacchi, dopo aver reso le armi inoffensive, erano solamente simulati ma nella maggior parte dei casi i combattimenti erano duri e sanguinosi e si concludevano con la morte di uno dei gladiatori. Se il gladiatore sconfitto rimaneva ferito poteva chiedere la grazia alzando il braccio, allora il pubblico invocava la salvezza o la morte presso l’autorità presente sul palco imperiale, mostrando il pollice rivolto verso il basso, o sventolando un fazzoletto bianco. I vincitori venivano premiati con palme d’oro, denaro e dall’immensa popolarità conseguita soprattutto tra le donne; se il gladiatore vincitore era uno schiavo, dopo dieci vittorie, gli era resa la libertà; egli allora poteva decidere se continuare a combattere per soldi o intraprendere altre attività come ad esempio l’istruttore nelle scuole per gladiatori. Un altro gioco molto amato dal pubblico erano le “venationes” dove i gladiatori lottavano contro belve feroci come elefanti, ippopotami, leoni, tori, tigri, pantere e leopardi. Ancora oggi, uomini travestiti da antichi gladiatori affollano lo spazio antistante il Colosseo, in modo da rievocare i combattimenti che qui si svolgevano, sebbene ci sia stata un’ordinanza che ne vieta la presenza…